Intervista: l’oro di Skyrim

Questa settimana i membri di BGS mi hanno consigliato un’interessante lettura su Geo-HeritageScience, blog della londinese Jane Robb. Dopo una laurea, un master in geologia e anni di lavoro nel campo della geoscienza (attualmente è impiegata come addetta alla comunicazione presso Geology for Global Development – Geologia per lo Sviluppo Globale), è innegabile che abbia il pallino per rocce e minerali.

E le piacciono i videogiochi. Durante le sue avventure in Skyrim le due passioni si sono incontrate e ha cominciato a speculare sulla posizione di specifici depositi minerali nelle regioni del gioco. Ecco un estratto dal suo post:

“In Skyrim ci sono otto tipi di rocce e minerali e non tutti sono reali. Quelli di cui vi parlerò oggi sono ferro, oro, pietra lunare e malachite. Alcune note: la malachite è una roccia in sé (contenente rame) e non è possibile ricavarla; la pietra lunare è un minerale e il corundum anche (ed è plausibile), ma si può trovare a Blackreach, che è sotto terra e non è visibile sulla mappa di Skyrim.”

Leggi l’articolo completo sul suo blog, poi continua la lettura dell’intervista qui sotto. I modder dovrebbero prendere appunti!

Come ti sei avvicinata a Skyrim? Il tuo interesse nella geologia influenza la scelta dei videogiochi?

Scoprii il mondo dei videogiochi molti anni fa grazie al mio fidanzato, non avevo mai toccato una console prima di allora, e ne rimasi affascinata. All’inizio mi divertiva guardarlo mentre giocava, poi arrivò Oblivion. Il mio compagno me lo consigliò perché sapeva che mi piaceva il fantasy (leggo tantissimi libri e guardo molti film di genere) e me ne innamorai fin dal primo istante. Inutile dire quanto fossi esaltata all’idea di giocare a Skyrim. Alla fine, ho completato il gioco e il primo contenuto scaricabile nella metà del tempo che ci ha messo lui!

Ammetto di esaltarmi quando in un gioco trovo qualcosa che abbia a che fare con la geologia. Per esempio in Fallout cercavo di non esagerare con la mia “adorabile perversione”, ma in realtà amavo le texture del calcestruzzo e dell’asfalto. Senza volerlo, mi capita di osservare la geologia nei film. Recentemente ho visto Lo Hobbit e non ho potuto fare a meno di analizzare la geologia dei set!

Di Skyrim mi ha colpito lo scenario. Era un nuovo genere di esperienza rispetto a Oblivion e i designer devono aver progettato ogni area da zero. Ciò rende il gioco più interessante e permette di farsi coinvolgere maggiormente.

Il post sul tuo blog suggerisce intriganti ipotesi sull’ubicazione di minerali specifici nel mondo di Skyrim. A che punto della tua esperienza di gioco ti sei detta: “C’è una logica”?

Il post è la trascrizione di un intervento di 9 minuti all’evento “Science Showoff” a Londra nel mese di gennaio. Si tratta di una serata a tema scientifico in cui chiunque può prendere la parola e rivolgersi a una platea di appassionati per raccontare storie divertenti sulla propria esperienza scientifica. L’idea di mappare la geologia di Skyrim era una cosa che avevo in mente da tanto tempo e Science Showoff sembra il modo ideale di dare inizio al progetto. Il tempo a mia disposizione per l’interpretazione della geologia di Skyrim e la condivisione dei risultati con un pubblico di 100 persone era limitato, pertanto la ricerca non è stata compiuta in gioco ma su Skyrim Wiki, sito ricco di informazioni in cui basta farsi la domanda giusta per trovare la giusta risposta.

Per questo ho dovuto scegliere scrupolosamente l’approccio al progetto. Ho limitato il tutto ad alcuni tipi di minerali e analizzato solo i posti in cui erano più diffusi. Le mie aspettative non erano certo le più rosee, ma verso la fine del lavoro mi sono dovuta ricredere. C’è stato quel momento in cui mi sono detta Funziona!, e ho capito che avrei presentato un intervento migliore di quanto potessi immaginare! Mi ha colpito molto anche Bethesda: pensavo che nel team vi fosse qualche specie di consigliere scientifico, ma, complimenti a loro, non era così. Parliamo di designer di gioco davvero eccezionali, capaci di lavorare duramente per rendere il mondo il più realistico possibile.

Passo successivo, recarsi in tutte le zone in cui erano presenti depositi di minerali (e altre rocce) e generare una mappa più dettagliata tenendo in considerazione anche la geografia.

Da un punto di vista geologico, altri nostri giochi (o giochi di altri sviluppatori) hanno stimolato la tua curiosità?

Come dicevo, Fallout è eccellente dal punto di vista degli ambienti. La sua natura post-apocalittica porta la geografia a nuovi livelli. Anche Red Dead Redemption è un gioco magnifico; siccome l’ambiente deriva da un luogo esistente, è interessante fare paragoni di tipo geologico tra il mondo del gioco e quello reale. Minecraft sarebbe un buon gioco da mappare: l’estrazione è parte integrante della dinamica di gioco e usare Minecraft come strumento di apprendimento tramite il gioco sarebbe plausibile.

Quello che mi interessa di più è impiegare questi giochi per insegnare geologia e ricerca scientifica alla gente. I videogiochi sono un mezzo sorprendente per avvicinare le persone a certi ambiti in modo divertente e appassionante, quindi perché non farlo anche con la scienza? Sul mio blog non si contano i commenti di persone che non conoscevano oppure odiavano la geologia, finché non hanno letto il mio post, e adesso sanno che può essere perfino interessante. Il punto è che la scienza è potenzialmente affascinante e penso che i videogiochi siano un modo fantastico per dimostrarlo al pubblico senza una certa rigidità degli insegnamenti accademici.

Hai menzionato un interesse nella creazione di un mod “geologico” per Skyrim. Vorresti condividere qualche idea con la nostra community?

Mi piacerebbe molto creare una mappa più dettagliata sulla geologia di Skyrim e integrarla in un mod che possa finire nel gioco, nonché proporre una missione che consenta di creare il proprio progetto di mappatura e ricevere una ricompensa, come un nuovo tipo di metallo o di minerale per forgiare nuove e potenti armature. Idealmente, il mod conterrebbe nuovi ambienti, una missione avvincente ed estemporanee nozioni scientifiche!

Avrei bisogno di qualcuno che mi aiuti nella realizzazione pratica del mod (non so usare il Creation Kit) e mi dica cosa sia possibile fare e non fare con il software. Ogni consiglio è bene accetto!

Se un modder fosse interessato al tuo progetto, come può contattarti?

Mi trova su Twitter @JLizRob o via email all’indirizzo janeliz.robb [at] gmail.com.

Comments are closed.